IL MONDO DELL'INFORMAZIONE ONLINE

GUERRA IN UCRAINA

Le ultime notizie sul conflitto sui media ucraini e russi in inglese

Meduza

Sito di informazione fondato da un gruppo di giornalisti russi espatriati per sfuggire alla censura, guidati da Galina Timchenko e Ivan Kolpakov.

Novaya Gazeta Europe

La voce della Russia indipendente, il giornale di Anna Politkovskaya e Dmitry Muratov, che dal 1993 ha raccontato le guerre cecene, la corruzione, la situazione dei diritti e della comunità Lgbtq+ in Russia, e che il Cremlino ha silenziato il 28 marzo 2022, riparte da Riga con una nuova edizione europea online in lingua russa, inglese e tedesca, diretta da Kirill Martynov. Il giornale stringe un'alleanza con quattro testate europee: La Stampa in Italia, la Sueddeutsche Zeitung in Germania, Le Monde in Francia e Gazeta Wyborcza in Polonia.

Radio Free Europe/Radio Liberty

Emittenti radiofoniche fondate dopo la seconda guerra mondiale dal governo statunitense per fornire notizie, analisi e informazioni nell'Est Europa, in Asia Centrale e in Medio Oriente. Fusesi nel 1973, dal 1995 hanno il loro quartier generale a Praga. Trasmettono in 27 lingue in 21 Paesi. Il sito in inglese dedica ampio spazio al conflitto in Ucraina. In Russia RFE/RL è considerato un "agente straniero".

RT

Canale televisivo satellitare russo in lingua inglese dell'agenzia di stato RIA Novosti. Diretto da Margarita Simonyan, Russia Today è considerato un organo di propaganda del governo russo e accusato di diffondere fake news. Dopo lo scoppio della guerra in Ucraina i suoi profili sui social media sono stati bloccati nei Paesi della UE.

The Kyiv Independent

Fondato nel novembre 2021 da un gruppo di giornalisti ucraini licenziati dal Kyiv Post per averne difeso l'indipendenza editoriale. Il quotidiano in lingua inglese di Kiev, diretto da Olga Rudenko, ha sede in Lituania, da dove segue giorno per giorno il conflitto, grazie al lavoro di 24 giovani reporter.

The Moskow Times

Quotidiano russo in lingua inglese diretto da Svetlana Korshunova e sostenuto da Stichting 2 Oktober, fondazione olandese che promuove il giornalismo indipendente in Russia; dopo l'invasione dell'Ucraina la maggior parte della redazione si è spostata ad Amsterdam e le autorità russe hanno bloccato l'accesso al sito nel Paese.

The Odessa Journal

Giornale online in lingua inglese di Odessa il principale porto sul Mar Nero, fondato nell'aprile 2020 dall'italiano Ugo Poletti (direttore), arrivato in Ucraina cinque anni prima come consulente aziendale. Con l'invasione del Paese da parte della Russia, Poletti è diventato una presenza fissa sui media italiani, dalla Rai alla Stampa, da TgCom24 a La7, da Radio Capital al Domani.

Ukrayinska Pravda

Il quotidiano online fondato da Georgij Gongadze, giornalista ucraino rapito e assassinato nel 2000 per le sue battaglie a favore della libertà di stampa e contro la corruzione.

>