Chi c’è dietro Linkiesta

Si avvicina il debutto di Linkiesta, e i due fondatori – i giornalisti Jacopo Tondelli e Jacopo Barigazzi – svelano altri particolari sul progetto. Interessanti in particolare le informazioni su ‘chi sta dietro’ al nuovo quotidiano online di “approfondimenti e inchieste su temi sociali, politici ed economici”. A differenza di altre recenti iniziative online (vedi Il Post di Luca Sofri), i fondatori di Linkiesta non hanno remore a rivelare i nomi di chi si è speso per sostenere finanziariamente la neonata società editoriale, sia investendo personalmente sia trovando altri azionisti per la start up.

Jacopo Tondelli

Sono nomi noti nel mondo delle professioni e dell’impresa; in ordine alfabetico: Anna Maria Artoni, Alessandro Balp, Fabio Coppola, Pietro Fioruzzi, Kathryn Fink, Marco Pescarmona, Alfredo Scotti, Andrea Tavecchio e Guido Roberto Vitale.

Anna Maria Artoni è un’imprenditrice dei trasporti e della logistica, vicepresidente dell’Artoni Group, l’azienda di famiglia, fondata dal nonno nel 1933; è stata presidente dei giovani imprenditori di Confindustria ed oggi è presidente di Confindustria Emilia Romagna.

Alessandro Balp è un avvocato, laureato a Yale nel 1999, dal 2006 partner dello studio legale Bonelli Erede Pappalardo.

Anche Fabio Coppola è stato partner dello studio Bonelli Erede Pappalardo, fino al 2008 quando è passato allo studio legale internazionale Latham & Watkins, come responsabile delle sedi di Milano e Roma. Nato a Napoli nel 1969 si occupa soprattutto di diritto societario e commerciale, fusioni, acquisizioni e joint venture.

Avvocato è anche Pietro Fioruzzi, partner di un’altro grosso studio legale internazionale, Cleary Gottlieb Steen & Hamilton. Laureato in legge a Milano nel 1996, un master alla Law School di Harward nel 1997, Fioruzzi è esperto di questioni societarie e finanziarie ed ha partecipato a diverse operazioni di capital market, tra cui l’ipo di Yoox, l’opa di Swisscom su Fastweb e la fusione HypoVereinsbank Unicredito.

Kathryn Fink è una manager dell’industria dei media. Australiana di Melburne, ha fatto parte del team che ha progettato lo sbarco italiano di News Corp, il gruppo di Rupert Murdoch, di cui è stata assistente operativa a New York per diversi anni. È stata per cinque anni direttore dei programmi di Sky, fino allo scorso giugno, quando è tornata a News Corp con un ruolo di consulenza.

Marco Pescarmona è un quarantenne imprenditore di Internet. Laureato in ingegneria, un master al Mit, nel 2000 ha fondato assieme ad Alessandro Fracassi il gruppo MutuiOnline, specializzato nella distribuzione online e via telefono di prodotti di credito.

Alfredo Scotti è vice presidente esecutivo di Aon Italia, la holding italiana del gruppo americano Aon, leader mondiale nei servizi di risk management e intermediazione assicurativa.

Andrea Tavecchio è un noto fiscalista, titolare della studio Tavecchio e Associati, che ha fondato nel 2007 dopo essere stato partner dello studio Severgnini & Associati. Nel 2006 ha fondato anche Generale Fiduciaria, con sedi a Milano e a Londra.

Guido Roberto Vitale, 73 anni, è uno dei maggiori esperti italiani di economia e finanza: nella sua lunga carriera professionale ha portato in Borsa una ventina di società e curato numerose operazioni di M&A e ristrutturazioni. Nel 2001 ha fondato Vitale & Associati, di cui è presidente. Inoltre è consigliere di amministrazione di Aon Nichols e del Fai, Fondo italiano per l’ambiente.