Intrattenimento per geek su Players

“Calcio, donne e gossip. Eccoli, gli argomenti più trattati dai giornalisti italiani. Noi parleremo d’altro. Di videogiochi, ovviamente, visto che qui tutti sono nati con un joypad in mano. Ma non solo. Perchè le persone curiose hanno tanti interessi: il cinema, la musica, l’arte, la letteratura, la buona televisione”.
Si pesenta così, nell’editoriale del numero zero, un nuovo mensile dedicato all’intrattenimento, scritto e assemblato da un team di giovani italiani appassionati di media sparpagliati in tutto il mondo.
Si chiama Players ed è pubblicato solo su Internet, in formato pdf. Il magazine è diviso in due sezioni: la prima si occupa di media, social, cinema, musica, arte e letteratura; la seconda solo di materiale ludico, declinato nei modi più disparati.
Players è un’iniziativa non profit, sostenuta dalle donazioni volontarie da parte degli utenti, con formule di abbonamento personalizzate più crowdfunding. La raccolta fondi dovrebbe permettere di gestire la transizione dal pdf – offerto gratuitamente – a una applicazione proprietaria per iPad e i tablet basati su Android.